Chioschi in legno

Garanzia: 2 anni

I chioschi in legno sono ideali per fiere, sagre, mercatini ed eventi enogastronomici. La comoda finestra basculante può essere utilizzata come bancone e la porta con serratura permette facile accesso.

In legno di abete rosso o abete nordico, certificato PEFC (quindi secondo principi di ecosostenibilità, nel rispetto dell’ambiente) i pannelli di cui sono costituiti questi chioschi sono sottoposti ad un trattamento impermeabilizzante che li rende adatti ad un uso prolungato all’esterno.

Facili da assemblare grazie al sistema ad incastro e alla ferramenta per il montaggio inclusa.

 

Prezzi a partire da 719€.

 

Modelli Caratteristiche tecniche

 

Teti

Codice: TETI

 

 

Area interna: 9,9 m²

Altezza massima: 3,3 m

Ospita 8 – 15 persone.

Dimensione pannelli: 1,44 x 1,88 m

Spessore pannell: 45 mm

Peso: 1100 kg

 

3 pannelli pieni + 4 pannelli con aperture (1,10 x 1,27 m) + 1 pannello con ingresso.

Tetto ricoperto di tegole bituminose.

 

Jon

Codice: 5965168

 

 

Dimensioni esterne: 1,70 x 1,80 m = 3 m²

Dimensioni tetto: 2,00 x 2,246 m = 6 m²

Dimensioni interne: 1,67 x 1,77 m

Altezza al lato: 1,82 m

Altezza al vertice del tetto: 2,18 m

Spessore pannelli pareti: 14 mm

Spessore pannelli tetto e pavimento: 15 mm

 

Porta singola con serratura e finestra grande basculante con anta a ribalta (1,25 x 0,42 m).

Profili sottopavimento impregnati.

Tetto impermeabilizzato con cartonfeltro bitumato.

Kit ferramenta per il montaggio incluso.

 

 

Jeor

Codice: 5965280

 

Dimensioni esterne: 3 x 2 m =6 m²

Dimensioni tetto: 3,40 x 2,43 m

Dimensioni interne: 2,96 x 1,96 m

Altezza al lato: 1,85 m

Altezza al vertice del tetto:  2,35 m

Spessore pannelli pareti: 19 mm

Spessore pannelli tetto e pavimento: 15 mm

 

Porta singola (L 1,38 x H 1,74 m) con serratura e finestra grande basculante.

Profili sottopavimento impregnati.

Tetto impermeabilizzato con cartonfeltro bitumato.

Kit ferramenta per il montaggio incluso.

 

Permessi e burocrazia

 

In generale qualsiasi opera edilizia necessita di una D.I.A. (denuncia di inizio attività) o della richiesta del Permesso di Costruire, sia che si tratti di un’opera precaria (semplicemente appoggiata sul terreno) sia che l’opera sia dotata di fondamenta fisse.

Per capire come avere un’autorizzazione e a chi rivolgersi si dovrà fare riferimento alle leggi Regionali e al Regolamento Edilizio Comunale. Ogni comune delibera autonomamente e molto dipenderà dal luogo in cui l’opera dev’essere realizzata.

Per saperne di più leggi il nostro articolo “Permessi per casette in legno: cosa fare per non incorrere in sanzioni”.